News

Gruppo Cassa Centrale e Caritas Italiana: partono i progetti nelle nove diocesi coinvolte per dare supporto alle comunità locali, grazie alla donazione di 1 milione di Euro

Trento, 06.04.2021 – Un milione di Euro a sostegno di progetti Diocesani per fronteggiare le conseguenze economiche e sociali della crisi pandemica.

È il contributo che Cassa Centrale Banca insieme alle società del Gruppo Allitude (ICT e back office), Assicura e Claris Leasing, hanno messo a disposizione per il sostegno di famiglie e microimprese colpite dalla crisi e persone senza fissa dimora nelle città di Bari, Bologna, Brescia, Cuneo, Padova, Roma, Trento, Treviso e Udine.

La donazione annunciata dal Gruppo alla fine dello scorso anno ha preso concretamente avvio con la Pasqua e si concluderà entro la fine del 2021 con il completamento di tutti i progetti diocesani. Si stima che grazie agli interventi, di diversa entità e durata, saranno aiutate oltre 2.000 famiglie, 150 piccole imprese e 100 persone senza dimora.

Nel corso del 2020, come è emerso anche dai monitoraggi condotti da Caritas Italiana presso la propria rete di 218 organismi diocesani, quasi il 50% delle persone incontrate presso i servizi Caritas non aveva mai chiesto aiuto prima. Secondo i dati della Caritas sono 92.000 le famiglie in difficoltà ad aver avuto accesso a fondi diocesani e 2.073 piccoli commercianti/lavoratori autonomi hanno ricevuto un sostegno.

“L’impegno profuso in ogni diocesi – sottolinea don Francesco Soddu, direttore di Caritas Italiana – accanto a quanti sono stati duramente colpiti dai pesantissimi effetti sanitari e socio-economici ha avuto un inestimabile valore aggiunto fatto di prossimità, ascolto, dialogo, relazione, rispetto della dignità di ogni persona. Si è cercato di coinvolgere e attivare ogni comunità, grazie anche al fiorire di iniziative di solidarietà come questa”.

L’accordo del Gruppo Cassa Centrale con Caritas Italiana consente di capitalizzare l’esperienza maturata nell’ultimo anno dalle Caritas diocesane coinvolte, sostenendo sui singoli territori sia interventi di sostegno al reddito – compreso l’aiuto materiale – sia servizi di orientamento.

Il peso crescente delle difficoltà di famiglie con minori, donne, giovani, evidenzia infatti la necessità di interventi tempestivi, ma anche fortemente orientati alla garanzia di sostegno nel medio periodo per la quale è decisivo l’accesso alle misure di sostegno pubbliche e ai servizi territoriali.

Nelle prossime settimane, ai 9 progetti già definiti, se ne aggiungerà un decimo, in un ambito di particolare necessità, selezionato da Caritas Italiana che coordinerà la realizzazione e la valutazione di impatto delle attività sui rispettivi territori.

NEAM S.A. premiata quale Miglior Società di Gestione per i Fondi Italiani Small

Anche nella 23esima edizione dell’evento indetto dal principale quotidiano economico-finanziario italiano - il Sole 24 Ore - ha visto ancora premiato il risultato complessivo dei comparti NEF dopo un’analisi basata su un arco temporale di tre anni.

Il fondo di NEAM S.A. si è infatti classificato al primo posto rispetto a tutti gli altri concorrenti per i Fondi Italiani Small, ovvero con omogenea diversificazione e attivi inferiori a 5 miliardi.

Gli esaminatori della società indipendente CFS Rating, hanno valutato superiore la qualità media dei 18 comparti NEF rispetto a quella dei fondi gestiti da tutte le altre società di piccole e medie dimensioni candidate, risultato che dimostra essere vincente la strategia adottata da NEAM e supportata dal lavoro delle 77 BCC/CR/Raika del Gruppo Cassa Centrale.

Il 2020, nonostante la pandemia abbia fortemente influenzato i mercati, si è infatti chiuso con numeri molto importanti. Le masse amministrate sono passate dai 3.8 miliardi di Euro del 31.12.2019 a 4.7 miliardi di Euro al 31.12.2020 con un incremento di raccolta nell’anno pari a 550 milioni di Euro (+13,3%): crescita trainata principalmente dai comparti sostenibili della gamma Ethical, che nell’anno ha raggiunto 1,1 miliardi di Euro, segnando un +48%.

Il premio assegnato a NEF nel corso dell’evento digitale del 30 marzo 2021 conferma ancora una volta il valore della strategia di selezione dei gestori adottata da NEAM S.A. e la capacità del suo team di metterla in atto.

Leggi il comunicato stampa

Il Gruppo Cassa Centrale, nel rispetto dei principi ispiratori di vicinanza e trasparenza nei confronti della propria clientela, informa che dal 1° gennaio 2021 applicherà le nuove regole europee in materia di classificazione delle controparti inadempienti rispetto ad un’obbligazione verso la banca (Orientamenti EBA sull’applicazione della definizione di default ai sensi dell’articolo 178 del Regolamento dell’Unione Europea n. 575 del 26 giugno 2013 e Regolamento Delegato dell’Unione Europea n. 171 del 19 ottobre 2017).

La nuova disciplina, nota come “Nuova Definizione di Default”, introduce per la Banca nuovi criteri per l’identificazione dei giorni di arretrato nel pagamento delle esposizioni creditizie che rilevano anche ai fini della segnalazione in Centrale Rischi di Banca d’Italia.

Informiamo che, per effetto dell’applicazione delle nuove disposizioni normative, a partire dal prossimo 1° gennaio 2021, la sua posizione debitoria, qualora presenti arretrati nei pagamenti oltre le soglie previste dalla normativa per un periodo superiore a 90 giorni consecutivi, potrebbe essere segnalata alla Centrale Rischi di Banca d’Italia tra i crediti deteriorati, rendendo in tal modo più difficile l’accesso al credito e la concessione di nuovi finanziamenti.

Il suo Gestore e/o la sua Filiale sono a completa disposizione per darle il massimo supporto in questa importante fase di cambiamento, per fornirle chiarimenti sulle novità normative e per individuare le soluzioni che meglio rispondono alle sue esigenze.

Per ulteriori eventuali approfondimenti, la Banca ha predisposto un’informativa dedicata, consultabile all’indirizzo web https://nuovodefault.bcccassanomurge.it/ e nelle filiali della Banca.

Utile netto positivo, impieghi e raccolta tra clientela in crescita e rafforzamento patrimoniale: l’Istituto cassanese continua a confermare il ruolo di supporto socio economico al territorio.

Fai ripartire i tuoi progetti.
Oggi è ancora più facile e vantaggioso.

Realizza i tuoi progetti in modo veloce e trasparente e con una rata sempre su misura per le tue esigenze!
Potrai richiedere fino a 30.000 euro, rimborsabili in comode rate mensili fino a 84 mesi.
Inoltre, grazie alla promozione estate ti riserviamo altri vantaggi unici:

  • Tasso Promozionale riservato, 6,99%, e valido solo fino al 15 luglio
  • Zero Spese di istruttoria pratica e di incasso rata
  • Importo a disposizione in poche ore dall’approvazione
  • Massima semplicità di gestione grazie al tasso fisso promozionale

Per maggiori informazioni sulle modalità di richiesta a distanza del prestito e per un preventivo gratuito e personalizzato, contatta la tua filiale.

Il tuo gestore ti guiderà nella scelta della migliore soluzione per realizzare i tuoi progetti e nei successivi semplici passaggi per inoltrare la richiesta.

Scarica la brochure

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.
Per le condizioni contrattuali dei prodotti Prestipay consultare il documento "Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori", disponibile presso gli sportelli delle banche collocatrici, il cui elenco è pubblicato sul sito www.prestipay.it. I finanziamenti Prestipay sono un prodotto di Deutsche Bank S.p.A. commercializzato da Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo Italiano Spa e dalle banche collocatrici. La concessione del finanziamento è soggetta a valutazione e approvazione di Deutsche Bank S.p.A. Prestipay è un marchio di Cassa Centrale Banca.

Sottocategorie